Progetti e vincitori del Pure Talents Contest a imm Cologne 2016

Ecco i 19 progetti e i 4 vincitori presentati da giovani designer emergenti nella capitale tedesca del design

image
Courtesy photo

19 nuovi partecipanti e 4 nuovi vincitori al Pure Talents Contest durante l’ultima edizione della fiera imm Cologne 2016. Al prestigioso appuntamento, trampolino di lancio per designer emergenti, sono stati esposti progetti che spaziano dall’arredamento all’illuminazione.

Alle tre domande guida formulate dal comitato creativo della fiera - La sedia può essere reinventata? Cosa si può creare da un cerchio e un quadrato? Quanto è sottile la luce? –, i designer hanno dato la loro personale interpretazione. La giuria del contest, che ha valutato i lavori presentati, era composta da Andrej Kupetz, Andreas Engesvik, Stefan Diez, Harry Paul van Ieel e Sophie Lovell. E tra i lavori esposti tre sono stati i primi premi aggiudicati, più una menzione speciale.

Il progetto Dancers di Aurelie Hoegy ha vinto il primo premio. L’idea era quella di riprodurre, sotto forma di un oggetto reale, il singolo fotogramma di un corpo in movimento. Il risultato è una scultura dalla forma fluida che sembra compiere delle torsioni – alla maniera del futurista Umberto Boccioni). Secondo premio per As High As Best, il lavoro della coppia Lukas Marstaller e Oliver-Selim Boualam, che ha progettato una specie di altalena provvisoria/mobile composta da un tubo in acciaio piegato e alcuni cavi di sostegno. Un lavoro simbolico a metà tra la funzionalità di un oggetto e la sua valenza espressiva più astratta.

Terzo premio per Carboard Stool di Luisa Kahlfeldt: due piccoli pouf realizzati avvolgendo strati diversi di cartone colorato pieghettato. Mentre la menzione speciale è stata conferita al progetto Onda di Anna Badur. Sulla superficie di alcune piastrelle la designer ha voluto riprodurre, con un segno grafico leggero, le linee lasciate dalle onde del mare sulla spiaggia.

Oltre a questi 4 progetti premiati, tanti sono stati i lavori interessanti esposti al Pure Talents Contest. Come il tavolino Two di Oliver-Selim Boualam, composto semplicemente da due fogli di metallo piegati, la sedia poetica Curved di Nina Cho, e il tavolino ondulato Interface di Louie Rigano. O ancora, la lampada senza fili Phare di Stanislaw Czarnocki e La Cuisine eco-salva acqua di Daria Ayvazova.

In apertura: LA CUISINE DI DARIA AYVAZOVA, PROTOTIPO DI UNA CUCINA CHE COMPRENDE UN SISTEMA DI RICICLO DELL’ACQUA USATA PER CUCINARE È UNO DEI 19 PROGETTI A PURE TALENTS CONTEST DURANTE IMM COLOGNE 2016

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image
Courtesy photo

IL PROGETTO DANCERS DI AURELIE HOEGY VINCITORE DEL PRIMO PREMIO DEL PURE TALENTS CONTEST ALLA FIEA IMM COLOGNE 2016

image
Courtesy photo

AS HIGH AS BEST, IL LAVORO DELLA COPPIA LUKAS MARSTALLER E OLIVER-SELIM BOUALAM, CHE HA VINTO IL SECONDO PREMIO

image
Courtesy photo

CARBOARD STOOL DI LUISA KAHLFELDT, SGABELLI DI CARTONE PIEGATO E COLORATO, VINCITORI DEL TERZO PREMIO DEL PURE TALENTS CONTEST

image
Courtesy photo

IL TAVOLINO ONDULATO INTERFACE DI LOUIE RIGANO, UNA DELLE OPERE ESPOSTE AL PURE TALENTS CONTEST DURANTE LA FIERA IMM COLOGNE 2016

image
Courtesy photo

LAMPADA SENZA FILI PHARE PROGETTATA DAL DESIGNER STANISLAW CZARNOCKI PER IL PURE TALENTS CONTEST DI IMM COLOGNE 2016

image
Courtesy photo

VASCA DA BAGNO XTEND DI CARINA DEUSCHL IN FIBRA DI CARBONIO, PRESENTATA AL PURE TALENTS CONTEST DELLA FIERA IMM COLOGNE 2016

image
Courtesy photo

LAMPADE DA SOSPENZIONE VIIVA DELLA DESIGNER NATHALIA MUSSI WEIDLICH CON COLORI E FORME DIVERSE

image
Courtesy photo

LAMPADE BASKETLAMP DEL DESIGNER JUAN CAPPA, UNO DEI PROGETTI ESPOSTI AL PURE TALENTS CONTEST DURANTE LA FIERA IMM COLOGNE

image
Courtesy photo

COPPIA DI MENSOLE TWO FACES DEL DESIGNER PHILIPP GRUNDHOEFER IN ALLUMINIO E GOMMA

image
Courtesy photo

LO SGABELLO BARSTOOL BENDER PROGETTATO DA MARKUS MARSCHALL CREATO ASSEMBLANDO QUATTRO FOGLI DI ACCIAIO IDENTICI

image
Courtesy photo

IL MOBILE RANDOM NON RANDOM DEL DESIGNER RUBEN BECKERS ESPOSTO AL PURE TALENTS CONTEST DURANTE LA FIERA IMM COLOGNE

image
Courtesy photo

SEDIA E SGABELLI RODULAR PROGETTATI DAL DESIGNER JAMES SHAW

image
Courtesy photo

CURVED CHAIR DELLA DESIGNER NINA CHO, ESPOSTA ALLA MOSTRA PURE TALENTS CONTEST DURANTE LA FIERA IMM COLOGNE

image
Courtesy photo

PROGETTO CUTTING EDGE DEL DESIGNER MARTIJN RIGTERS, UNO DEI 19 LAVORI PRESENTATI AL PURE TALENTS CONTEST

image
Courtesy photo

WORK SHIFT DI LENA PLASCHKE, UN PIANO DI LAVORO ILLUMINATO INTERNAMENTE, CHE SI PUÒ CHIUDERE TRASFORMANDOSI IN LAMPADA

image
Courtesy photo

SEDIA/SGABELLO TWO DI OLIVER-SELIM BOUALAM, COMPOSTO DA DUE FOGLI DI METALLO PIEGATI CHE SI INCASTRANO COSÌ DA FORMARE UNA SEDUTA

image
Courtesy photo

PARTICOLARE DEL PROGETTO FILTER CABINET DELLA DESIGNER THERÉSE HALLBERG, PRESENTATO AL PURE TALENTS CONTEST DELLA FIERA IMM COLOGNE

image
Courtesy photo

PIASTRELLE DEL PROGETTO ONDA DI ANNA BADUR, VINCITORE DELLA MENZIONE SPECIALE AL PURE TALENTS CONTEST

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
np.com.ua